+ IVA IVA INCLUSA

Muffa e funghi sulle pareti: cicli e prodotti complementari per la sanificazione

Fareke Prodotti e guida agli acquisti 0 Commento/i 601 visualizzazione/i

Nel caso di ambienti già colpiti da proliferazioni di muffe,( in genere pareti fredde, angoli con ponti termici, bagni e cucine)  la pittura antimuffa da sola non basta ma bisogna attuare un ciclo di sanificazione con dei prodotti complementari, in grado da un lato di rimuovere la muffa, e dall’altro di ritardare o addirittura impedirne la prolificazione.

Muffa e funghi sulle pareti: cicli e prodotti complementari per la sanificazione

In genere il ciclo si effettua prima di pitturare e stendere  i prodotti antimuffa, e si tratta di applicare un detergente che contiene sostanze biocide, applicarlo sulle colonie di muffe e lasciarlo agire per uno o due giorni a seconda delle indicazioni riportate sul prodotto. Dopo l’applicazione del prodotto, occorre spazzolare con cura la parete per rimuovere tutte le macchie e i residui degli organismi morti, stuccare dove necessario e poi applicare il fissativo, che è una sostanza che permette alla pittura antimuffa di penetrare più a fondo e durare più a lungo.

Il trattamento di sanificazione è una procedura delicata, richiede tempo e in genere ha un costo relativamente elevato, anche perché è bene sapere che tali prodotti sono applicati di solito da professionisti perché sia le muffe sia i prodotti usati per rimuoverle, sono potenzialmente nocivi per la salute. L’incaricato per la sanificazione dovrà adottare delle rigide precauzioni e fare uso di mascherine, tuta e teli di protezione per evitare di inalare o entrare a contatto diretto le sostanze biocide contenute nei prodotti, e che le spore si depositino sul mobilio o sui pavimenti.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre